Cerca la tua analisi specifica

In questa pagina trovi tutte le analisi e le prove che abbiamo a listino. Se sai già cosa cercare, trovala al volo e contattaci per richiederla!

Le prove sono suddivise per aree tematiche, ma se conosci già il codice o il nome puoi inserirlo nella barra sottostante: troverai in diretta ciò che cerchi!

a = prova accreditata Accredia


PROVE FISICHE

FIBRE E FILATI:

  •  Determinazione del diametro delle fibre di lana con il metodo del microscopio a proiezione – UNI 5423  
  • Diametro medio delle fibre animali – OFDA –IWTO 47
  • Frequenza di crettatura su fibra sintetica – ASTM D 3937
  • Lunghezza media delle fibre di lana – IWTO 17
  • Determinazione della lunghezza delle fibre – UNI 5751
  • Lunghezza media delle fibre di lana (al-meter) – IWTO 5
  • DP fibre cellulosiche – Indice della viscosità limite con cuprietilendiammina (CED) – UNI 8282
  • Denaratura di una fibra sintetica – RT004
  • Coefficiente di attrito – ASTM D 3108
  • Grado di regolarità Uster di un filato – USTER 4
  • Determinazione della massa lineare (massa per unità di lunghezza) con il metodo della matassina – UNI EN ISO 2060
  • Determinazione della torsione dei filati – metodo di conteggio diretto – UNI EN ISO 2061
  • Torsione nei filati singoli da fibre discontinue: metodo indiretto – UNI 9069
  • Forza di rottura e allungamento fili singoli – dinamometro ad incremento costante (CRE) – UNI EN ISO 2062
  • Resistenza dinamometrica del filato (prova di trazione) – RT010
  • Variazione in lunghezza di cucirini immersi in acqua bollente – UNI EN 12590 B
  • Verifica requisiti cucirini sintetici o misti – UNI EN 12590

TESSUTI E CAPI CONFEZIONATI:

  • Tessuti – determinazione dell’altezza e della lunghezza – UNI EN 1773 (escl. par. 8.2) 
  • Determinazione dello spessore dei tessili e dei prodotti tessili – UNI EN ISO 5084
  • Osservazione del materiale al microscopio e stereomicroscopio – RT001 – Leica
  •  Determinazione della massa areica – UNI EN 12127  ASTM D 3776
  • Determinazione della massa commerciale – UNI 9213
  • Determinazione della massa commerciale dei tessili in mista – UNI 1335
  •  Determinazione dell’armatura – UNI 8099  
  •  Determinazione del numero di fili per unità di lunghezza (riduzioni) – UNI EN 1049-2  – Met. A
  • Determinazione della rigidità del tessuto con metodo della curvatura circolare – ASTM D 4032
  • Maglieria – concetti di base – vocabolario – UNI EN ISO 4921
  • Maglieria – tipo di maglia – UNI EN ISO 8388
  • Fattore di copertura dei tessuti a maglia – IWS TM 169
  • Lunghezza del filo assorbito (LFA) e massa lineare del filo nei tessuti a maglia in trama  – UNI EN 14970
  • Determinazione dell’imborso di un filo in un tessuto – UNI 9276   
  •  Determinazione della massa per unità di lunghezza (titolo) di un filo estratto da un tessuto – UNI 9275  
  • Numero di maglie per unità di lunghezza e unità di superficie – UNI EN 14971
  • Massa lineare (titolo) del filo estratto dai tessuti a maglia in trama – UNI EN 14970
  • Inclinazione e scarto angolare di un tessuto – ASTM D 3882
  •  Determinazione della forza di lacerazione – UNI EN ISO 13937-2 /3/4, ASTM D 2261 IWS TM 172
  • a  Lacerazione dei tessuti – forza di lacerazione mediante il metodo del pendolo balistico (Elmendorf) – UNI EN ISO 13937-1 –  ASTM D 1424
  • Determinazione della resistenza a lacerazione al chiodo – UNI 7275
  •  Forza massima e allungamento alla forza massima con il metodo della striscia – UNI EN ISO 13934-1  
  •  Determinazione della forza massima con il metodo Grab – UNI EN ISO 13934-2  ASTM D 5034
  • Forza massima di rottura dei punti critici di un capo – RT002
  • Determinazione della forza massima di rottura delle cuciture con il metodo della striscia o Grab – UNI EN ISO 13935-1/2,  ASTM D 5035
  • Determinazione della resistenza alla perforazione con il metodo della sfera – UNI 5421
  • Indumenti di protezione: resistenza alla perforazione  – EN 863
  • Metodo idraulico per la determinazione della resistenza e della deformazione allo scoppio – UNI EN ISO 13938-2
  • Resistenza allo scoppio – ASTM D 3787
  • Determinazione dello scorrimento dei fili in corrispondenza delle cuciture – ASTM D 1683 / D 434 IWS TM 117
  •  Resistenza scorrimento fili in corrispondenza cucitura – UNI EN ISO 13936-1 /2 M&S, P12
  • Proprietà stretch di un tessuto – ASTM D 3107
  • Estensione e modulo di tessuti elasticizzati – M&S P.14
  • Estensione ed estensione residua di tessuti elasticizzati – M&S P.15
  • Determinazione delle proprietà stretch di maglie poco estensibili – ASTM D 2594
  • Determinazione dell’elasticità dei tessuti – parte 1: prove su striscia – UNI EN 14704-1; UNI EN ISO 20932-1
  • a Determinazione della resistenza all’abrasione dei tessuti con il metodo Martindale – UNI EN ISO 12947-1/-2 /-3/-4,  IWS TM 112, ASTM D 4966
  • Resistenza all’abrasione di materiale per indumenti di protezione – UNI EN 530
  • Resistenza all’abrasione degli articoli di calzetteria – UNI EN 13770
  • Determinazione della tendenza al pilling (metodo Martindale) – ASTM D 4970, IWS TM 196
  •  Tendenza dei tessuti alla formazione di pelosità superficiale e di pilling – Martindale modificato –
    UNI EN ISO 12945-2  GB/T 4802.2
  •  Tendenza alla formazione di pelosità superficiale e di palline di fibre (pilling) metodo pilling box – UNI EN ISO 12945-1  JIS L 1076, IWS TM 152
  • Determinazione della tendenza al pilling (random tumble pilling tester) – ASTM D 3512
  • Resistenza allo snagging – box tester – BS 8479
  •  Preparazione marcatura e misurazione provini di tessuto e capi di vestiario- variazioni dimensionali –
    UNI EN ISO 3759  
  •  Determinazione delle variazioni dimensionali nel lavaggio e nell’asciugamento – UNI EN ISO 5077UNI EN ISO 6330 
  • Determinazione della variazione dimensionale al vapore, DIN 53894-2, IWS TM 290
  • Determinazione delle variazioni dimensionali al lavaggio a secco commerciale –LAV. COMMERCIALE
  •  Determinazione delle variazioni dimensionali. Metodo della bagnatura a freddo dei tessuti – UNI 9294-5  
  • Spiralità dopo il lavaggio – ISO 16322
  • Aspetto del tessuto dopo lavaggio domestico ripetuto – grado di recupero – AATCC TM 124
  • Valutazione della morbidezza del tessuto dopo il lavaggio – ISO 7768
  • Manutenzione professionale – parte 2: resistenza al lavaggio e alla finitura (tetracloroetilene) – UNI EN ISO 3175-2
  • Procedimenti di lavaggio e asciugamento domestici per prove tessili – UNI EN ISO 6330 a
  • Recupero delle pieghe di tessuti: metodo dell’aspetto – AATCC TM 128
  • Recupero della piega di una provetta piegata orizzontalmente – misura dell’angolo di ripresa – UNI EN 22313
  • Verifica requisiti dei tessuti ortogonali per tendaggi – UNI 11110
  • Verifica requisiti tessuti a maglia elastici per costumi – UNI 11054
  • Verifica requisiti tessuti per arredamento – UNI EN 14465

NON TESSUTI E TESSUTI RIVESTITI CON MATERIALI POLIMERICI:

  • Tessili – non tessuti – definizione – UNI EN 29092
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della lunghezza di curvatura – UNI EN ISO 9073-7
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della massa areica – UNI EN 29073-1
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della resistenza alla lacerazione – UNI EN ISO 9073-4
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della resistenza a trazione e dell’allungamento – UNI EN 29073-3
  • Metodi di prova per non tessuti: assorbimento – UNI EN ISO 9073-6
  • Non tessuti: permeabilità all’aria – UNI 8279-3
  • Non tessuti: prove di trazione (metodo Grab) – UNI 8279-4
  • Non tessuti: resistenza alla perforazione con il metodo della sfera – UNI 8279-11
  • Non tessuti: tempo di assorbimento di acqua (metodo della goccia) – UNI 8279-16
  • Capacità di assorbimento – ISO 11948-1
  • Non tessuti: variazione dimensionale a caldo – UNI 8279-12
  • Requisiti dei non tessuti per rivestimenti- UNI 10714
  •  Tessuti e non tessuti – determinazione della massa areica e della massa per unità di lunghezza –UNI 5114   – Metodo III
  • Tessuti non tessuti: prova di tenuta all’acqua a pressione idrostatica costante – UNI 5123
  • Tessuti non tessuti: rigidità statica (metodo della striscia sporgente) – UNI 10138
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – allungamento percentuale sotto carico – UNI 4818-7
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – deformazione residua sotto allungamento costante – UNI 4818-8
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – determinazione della resistenza al punto – UNI 4818-5
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – determinazione della resistenza alla piastra calda – UNI 4818-27
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – resistenza alle flessioni ripetute. Metodo bally – UNI 4818-13
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – solidità del colore del rivestimento allo sfregamento – UNI 4818-20
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici- determinazione della resistenza alla cucitura – UNI 4818-11
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici-resistenza immersione in acetone – UNI 4818-16
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – lacerazione – UNI EN ISO 4674-1/-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – massa totale unità di area rivestimento e substrato – UNI EN ISO 2286-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – resistenza all’usura – parte 2: Martindale – UNI EN ISO 5470-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche resistenza penetrazione dell’ acqua bassa pressione – UNI EN 1734
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o di materie plastiche – effetto della luce o delle intemperie – UNI EN 12280-2
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – adesione del rivestimento – UNI EN ISO 2411
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – invecchiamento ambientale – UNI EN 12280-3
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – invecchiamento accelerato al calore – UNI EN 12280-1
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – lacerazione – provetta trapezoidale – UNI EN 1875-3
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche resistenza rottura e allungamento a rottura – UNI EN ISO 1421
  • Tessuti rivestiti di gomma o materiali polimerici resistente all’acqua – flessioni ripetute – ISO 8096
  • Rivestimenti tessili del pavimento – forza di strappo dei fiocchetti – UNI 8014-14
  • Rivestimenti tessili del pavimento – massa areica dell’intero strato di utilizzazione – UNI 8014-3
  • Rivestimenti tessili del pavimento – massa areica della parte utile dello strato di utilizzazione – UNI 8014-4
  • Rivestimenti tessili del pavimento – numero di fiocchetti per unità di lunghezza e unità di area – UNI 8014-13
  • Rivestimenti tessili del pavimento fabbricati a macchina – determinazione della massa areica totale – UNI 8014-2
  • Rivestimenti tessili del pavimento fabbricati a macchina – determinazione dello spessore totale – UNI 8014-5

MASCHERINE FILTRANTI GENERICHE, NON CHIRURGICHE – Riferimento CWA 17553:2020 “Mascherine per comunità – Guida ai requisiti minimi, metodi di prova e utilizzo”

  • Dimensioni e facilità all’indosso – CWA 17553:2020
  • a Determinazione della permeabilità all’aria (100 Pa) – UNI EN ISO 9237 a
  • Efficacia di filtrazione – EN 14683
  • Efficacia di filtrazione EN 14683 dopo 5 lavaggi 6N – UNI EN ISO 6330
  • Etichettatura e Packaging – CWA 17553:2020

INFIAMMABILITÀ:

  • Comportamento al fuoco – guanti di protezione – UNI EN 407
  • Determinazione del comportamento alla combustione dei materiali all’interno dei veicoli – UNI ISO 3795
  • Reazione al fuoco dei prodotti all’azione di una fiamma d’innesco in presenza di calore radiante – UNI 9174
  • Resistenza al fuoco su piccola fiamma – FAR 25.853

INVECCHIAMENTO:

  • Invecchiamento accelerato agli agenti atmosferici in apparato Xenotest – ASTM G 155
  • Invecchiamento accelerato alla luce – IVECO STD 16-0170,  IVECO STD 16-0180, FIAT AUTO 50451/01
  • Deterioramento di un geotessile per esposizione alla luce, umidità e calore in apparato Xenotest –  ASTM D 4355
  • Geotessili e affini: resistenza all’ossidazione – UNI EN ISO 13438
  • Geotessili e prodotti affini – determinazione della resistenza agli agenti atmosferici – UNI EN 12224
  • Materie plastiche – esposizione a sorgenti di luce – parte 2: lampade ad arco allo xeno – UNI EN ISO 4892-2
  • Invecchiamento accelerato al calore – UNI EN 12280-1

PROVE SICUREZZA ECO-CHIMICA

  •  Determinazione del pH dell’estratto acquoso – UNI EN ISO 3071   – AATCC TM 81
  • Formaldeide libera e idrolizzata (metodo per estrazione acquosa) –  UNI EN ISO 14184-1
  • Particolari ammine aromatiche derivate da azocoloranti – UNI EN 14362-1
  • Rilevamento dell’utilizzo di particolari coloranti azoici che possono rilasciare 4 amminoazobenzene –  UNI EN 14362-3
  • Coloranti: determinazione di certe ammine aromatiche – UNI EN 14362-1 (annex F)
  • Determinazione dei coloranti classificati come allergenici – DIN 54231
  • Contenuto di ftalati – CPSC-CH-C001-09.3 – UNI EN – 15777
  • Metalli pesanti totali (Piombo, Cromo, Cadmio, Nichel,..) – ICP-OES
  • Metalli pesanti estraibili in soluzione di sudore artificiale (Piombo, Cromo, Cadmio, Nichel,..) – ICP-OES – UNI EN ISO 105 E04
  • Dimetilfumarato – ISO/TS 16186
  • Pentaclorofenolo – ISO 17070
  • Nonilfenolo e nonilfenolo etossilato – ISO 18218-2, ISO 18254
  • Rilascio di Nickel dagli accessori metallici – UNI EN 1811 UNI EN 12472
  • Derivati organometallici dello stagno – CEN ISO/TS 16179
  • Idrocarburi policiclici aromatici (PAH) – ZEK 01–04-08
  • Screening gas cromatografico – tecnica GC-MS
  • Determinazione del cloro attivo estratto dal tessuto – RT020
  • Determinazione del permanganato di potassio estratto dal tessuto – RT019
  •  Sostanze estraibili con solventi organici – UNI 9273  
  •  Estratto in diclorometano o etere per prodotti di lana pura o in mista – UNI 8476  
  • Identificazione dei residui di sostanze ossidanti presenti – UNI 8276
  • Determinazione del contenuto di appretto nei tessuti di cotone, lino e canapa – UNI 5119   
  • Analisi FT-IR base e associata a micro – ATR RT005

COMPOSIZIONE FIBROSA

  • Analisi qualitativa della composizione fibrosa – ASTM D 276, AATCC TM 20 a (par.9.2 par.9.5 par.9.11) 
  • Determinazione quantitativa della composizione fibrosa – REG.(UE) N.1007/2011a (vedere elenco prove Accredia per le miste binarie e ternarie accreditate) + ISO 1833-1/2+20a (vedere elenco prove Accredia per le miste binarie e ternarie accreditate), ASTM D629
  • Analisi di miste lana-cashmere – ISO 17751
  • Analisi quantitativa di mischie di lana e fibre nobili con microscopio a proiezione – ISO 17751
  • Analisi FT-IR con tecnica micro – ATR FT-IR

SOLIDITÀ COLORE

  • Solidità del colore alla sbianca con ipoclorito – UNI EN 20105 N01
  • Solidità del colore alla luce – luce del giorno – UNI EN ISO 105 B01 AATCC TM 16
  • Solidità del colore alla luce artificiale – lampada ad arco allo xeno – UNI EN ISO 105 B02 (escl. par. 8.3.6) M&S C9
  • Solidità del colore alle intemperie artificiali – lampada ad arco allo xeno – UNI EN ISO 105 B04
  • Riconoscimento e valutazione del fotocromismo – UNI EN ISO 105 B05
  • Solidità del colore e invecchiamento alla luce artificiale ad alta temperatura – UNI EN ISO 105 B06
  • Solidità del colore alla luce di tessili bagnati di sudore artificiale – UNI EN ISO 105 B07
  • Solidità del colore al lavaggio domestico e commerciale – UNI EN ISO 105 C06  
  • Solidità colore al lavaggio domestico e commerciale (no fosfato – attivatore candeggio) – UNI EN ISO 105 C08
  • Solidità al lavaggio con sapone o con sapone e soda – UNI EN ISO 105 C10  
  • Solidità del colore al lavaggio a secco – UNI EN ISO 105 D01  
  • Solidità del colore allo sfregamento: solventi – UNI EN ISO 105 D02
  • Solidità del colore all’acqua – UNI EN ISO 105 E01  M&S C6
  • Solidità del colore all’acqua di mare – UNI EN ISO 105 E02  
  • Solidità del colore all’acqua clorata (acqua di piscina) – UNI EN ISO 105 E03  
  • Solidità del colore al sudore – UNI EN ISO 105 E04 a, AATCC TM 15
  • Solidità del colore agli acidi – UNI EN ISO 105 E05 
  • Solidità del colore agli alcali – UNI EN ISO 105 E06 
  • Solidità del colore alla goccia d’acqua – UNI EN ISO 105 E07 
  • Solidità del colore al vapore a pressione atmosferica – UNI EN ISO 105 E11
  • Solidità del colore agli ossidi di azoto – UNI EN ISO 105 G01
  • Misurazione del colore di un campione – UNI EN ISO 105 J01 
  • Calcolo delle differenze di colore – UNI EN ISO 105 J03 
  • Solidità del colore al calore secco (esclusa stiratura) – UNI EN ISO 105 P01
  • Solidità del colore ai solventi organici – UNI EN ISO 105 X05 
  • Solidità del colore allo stiro – UNI EN ISO 105 X11
  • Solidità del colore allo sfregamento – UNI EN ISO 105 X12 , AATCC TM 8
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile UNI EN ISO 105 X10
  • Valutazione del potenziale ingiallimento fenolico dei materiali – UNI EN ISO 105 X18
  • Migrazione dei coloranti e pigmenti – UNI EN ISO 105 Z06
  • Solidità alla sublimazione durante l’immagazzinamento – DIN 54056
  • Solidità del colore al lavaggio con detergente – M&S C4A
  • Solidità del colore al lavaggio a mano – UNI 10994
  • Solidità del colore alla saliva – GB 18401
  • Trattamenti tintoriali (tintura, scarica, purga,…) – RT008

PROVE CONFORT

  • Traspirabilità al vapore acqueo – UNI 4818-26 
  • Traspirabilità al vapore acqueo – JIS L 1099 A-2
  • Traspirabilità al vapore acqueo – JIS L 1099 B-1
  • Traspirabilità al vapore acqueo – JIS L 1099 B-2
  • Traspirabilità al vapore acqueo – ASTM E 96-B
  • Traspirabilità al vapore acqueo – ASTM E 96-BW
  • Traspirabilità al vapore acqueo – ASTM E 96-D
  • Traspirabilità al vapore acqueo – ASTM E 96 DW
  • Determinazione della resistenza alla penetrazione d’acqua – prova sotto pressione idrostatica (Colonna d’acqua) – UNI EN 20811 
  • Permeabilità all’aria di un tessuto – UNI EN ISO 9237  ASTM D 737
  • Determinazione della resistenza alla bagnatura superficiale. metodo dello spruzzo – UNI EN ISO 4920 
  • Idrorepellenza – metodo delle soluzioni acqua/alcool – AATCC TM 193
  • Oleorepellenza – prova di resistenza agli idrocarburi – UNI EN ISO 14419 
  • Determinazione del rilascio di sporco oleoso – AATCC TM 130
  • Coibenza termica – Metodo basato su UNI 5957
  • Tessuti di protezione da raggi solari. determinazione grado UPF – AS/NSZ 4399 UNI EN 13758-1
  • Resistenza al passaggio delle piume di un tessuto – Metodo RT001-12

MASCHERINE FILTRANTI GENERICHE, NON CHIRURGICHE – Riferimento CWA 17553:2020 “Mascherine per comunità – Guida ai requisiti minimi, metodi di prova e utilizzo”

  • Dimensioni e facilità all’indosso – CWA 17553:2020
  • a Determinazione della permeabilità all’aria (100 Pa) – UNI EN ISO 9237 a
  • Efficacia di filtrazione – EN 14683
  • Efficacia di filtrazione EN 14683 dopo 5 lavaggi 6N – UNI EN ISO 6330
  • Etichettatura e Packaging – CWA 17553:2020

CERTIFICAZIONE CAM SU PRODOTTI TESSILI

PROVE DI DURABILITA’

Variazioni dimensionali nel lavaggio e asciugatura, dopo 3 lavaggi – ISO 5077

Resistenza delle cuciture – ISO 13935-2 e ISO 13938-2 New!

Resistenza alla lacerazione – ISO 13937-1

Resistenza allo scoppio – ISO 13938-2 New!

Solidità del colore al lavaggio – ISO 105 C06

Solidità del colore al lavaggio a secco – ISO 105 D01

Solidità del colore al sudore – ISO 105 E04

Solidità del colore allo sfregamento – ISO 105 X12

Solidità del colore alla luce – ISO 105 B02

 PROVE DI SICUREZZA CHIMICA

Ammine aromatiche cancerogene EN 14362-1/3

Coloranti potenzialmente sensibilizzanti – DIN 54231

Ritardanti di fiamma alogenati – EN 71-10/11

Formaldeide – ISO 14184-1

Composti organostannici – ISO/TS 16179

Idrocarburi policiclici aromatici – AFPS GS 2014

Ftalati – ISO 14389

Alchilfenoli e alchilfenoli etossilati – ISO/DIS 18254

Polifluorurati e perfluorurati – CEN/TS 15968

Metalli estraibili – EN 16711-2

Sostanze SVHC In Candidate List

Ulteriori sostanze in restrizione Allegato XVII legate ad usi specifici

INDUMENTI DI PROTEZIONE UNI EN ISO 13688

4. Salute ed ergonomia

4.2 Innocuità 

Ammine aromatiche cancerogene ISO 14362-1/3

a pH estratto acquoso ISO 3071a

Rilascio Nichel en 1811 

4.3 Design

4.4 Comfort

5 Durabilità invecchiamento

5.3 a Variazioni dimensionali al lavaggio e asciugamento ISO 5077 a

6. Taglia

MERCATI ESTERI

PACCHETTO GB 18401:

  • Determinazione del pH dell’estratto acquoso – GB/T 7573 
  • Contenuto di formaldeide libera ed estraibile – GB/T 2912.1
  • Determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da azocoloranti – GBT 17592-1 
  • Rilevamento dell’utilizzo di particolari coloranti azoici che possono rilasciare 4- amminoazobenzene – GB/T 23344
  • Solidità del colore al lavaggio domestico e commerciale – GB/T 12490
  • Solidità del colore all’acqua – GB/T 5713 
  • Solidità del colore allo sfregamento – GB/T 3920
  • Solidità del colore al sudore – GB/T 3922
  • Solidità del colore alla saliva – GB/T 18886
  • Determinazione dell’odore – GB 18401

PACCHETTO MERCATO USA:

  • Piombo nei rivestimenti superficiali – CPSC-CH-E1003-09.1
  • Contenuto totale di Piombo nei prodotti per bambini e nella gioielleria – CPSC-CH-E1001-08.2
  • Ftalati nei prodotti per bambini – CPSC-CH-C001-09.3

PACCHETTO KOREA DEL SUD – KC MARK:

  • pH dell’estratto acquoso
  • Formaldeide
  • Ammine aromatiche cancerogene
  • Coloranti dispersi allergenici
  • Composti organostannici
  • Contenuto di Ftalati
  • Dimetilfumarato
  • Contenuto di Piombo
  • Ritardanti di fiamma
  • Pentaclorofenolo
  • Cromo VI
  • Lacci e corde
  • Piccole parti

ACCESSORI

PROVE SU ACCESSORI:

  • Forza di distacco delle piccole parti – EN 71-1
  • Zip – verifica delle proprietà meccaniche – NF G91-005 ASTM D 2061
  • Determinazione delle caratteristiche del velcro – Metodo Interno
  • Resistenza all’impatto su bottoni destinati alla cucitura – bottoni normali e a lunga durata – ASTM D 5171
  • Accessori metallici – tendenza all’ossidazione– resistenza alla corrosione – ISO 22775
  • Materie plastiche: prova di trazione – ASTM D 638 UNI 6065
  • Aspetto degli accessori e delle finiture dopo trattamento di manutenzione domestica e commerciale – ISO 7768 mod e AATCC TM 124 mod

PIUME:

  • Piume e piumini – determinazione del contenuto di oli e grassi – UNI EN 1163
  • Piume e piumini – determinazione del numero indice di ossigeno – UNI EN 1162
  • Piume e piumini – determinazione dell’odore anomalo – UNI 9212-8

PELLE E CUOIO

PROVE FISICHE

  • Identificazione della tipologia del cuoio – UNI EN ISO 17131
  • Determinazione dello spessore – UNI EN ISO 2589
  • Determinazione dello spessore della rifinizione – UNI EN ISO 17186
  • Determinazione della massa volumica apparente – UNI EN ISO 2420
  • Prova per l’adesione delle rifinizioni – UNI EN ISO 11644 / IUF 470
  • Determinazione della resistenza alla trazione e allungamento percentuale – UNI EN ISO 3376
  • Determinazione del carico di strappo – Parte 1: Strappo singolo – UNI EN ISO 3377-1
  • Determinazione del carico di strappo – Parte 2: Strappo su due bordi – UNI EN ISO 3377-2
  • Determinazione della resistenza alla cucitura dei cuoi leggeri – UNI 10606
  • Determinazione della resistenza a flessione – metodo con flessometro a secco o umido – UNI EN ISO 5402-1 DIN 53351 IUP 20
  • Determinazione della stabilità dimensionale – UNI 8481
  • Contrazione superficiale media dopo immersione in acqua bollente – UNI 8435
  • Resistenza all’acqua del cuoio leggero – Parte 1: Compressione lineare ripetuta (penetrometro) – UNI EN ISO 5403-1 IUP 10
  • Determinazione della resistenza a trazione del fiore di un cuoio – Metodo della biglia – UNI 11308 / UNI ISO 3379
  • Determinazione della resistenza al calore del cuoio verniciato – UI EN ISO 17232-A
  • Determinazione della riflettanza della superficie – UNI EN ISO 17502
  • Determinazione della temperatura di rottura a freddo della rifinizione (cold cracking) – UNI EN ISO 17233
  • Determinazione della morbidezza – UNI EN ISO 17235
  • Resistenza all’abrasione su cuoio – UNI EN ISO 20344
  • Caratteristiche di fogging dei materiali per interni auto – UNI EN ISO 17071 DIN 75201

PROVE DI SOLIDITÀ

  • Determinazione dell’idrorepellenza del cuoio per abbigliamento – UNI EN ISO 17231
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo xeno – UNI EN ISO 105 B02
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici. Solidità del colore del rivestimento allo sfregamento – UNI 4818-20
  • Solidità del colore allo strofinio a secco e umido/sudore/prodotti specifici – UNI EN ISO 11640 
  • Solidità del cuoio tinto alla smerigliatura – IUF 454
  • Solidità delle tinte alla stiratura a ferro caldo – IUF 458
  • Solidità del colore al sudore-perspirazione – UNI EN ISO 11641
  • Solidità del colore all’acqua – UNI EN ISO 11642
  • Solidità del colore di piccoli campioni ai solventi – UNI EN ISO 11643
  • Solidità del colore alla goccia d’acqua – UNI EN ISO 15700
  • Solidità del colore alla migrazione nel – PVC UNI EN ISO 15701 IUF 442
  • Solidità del colore al lavaggio a macchina – UNI EN ISO 15702
  • Solidità del colore al lavaggio delicato – UNI EN ISO 15703
  • Determinazione della resistenza alla bagnatura superficiale. Metodo dello spruzzo – UNI EN ISO 4920
  • Idrorepellenza – metodo delle soluzioni acqua/alcool – AATCC TM 193
  • Oleorepellenza – prova di resistenza agli idrocarburi – UNI EN ISO 14419
  • Calzature – resistenza all’ abrasione con metodo Martindale – UNI EN 13520
  • Resistenza all’abrasione su cuoio (Martindale) – UNI EN ISO 20344 m12
  • Guanti di protezione contro rischi meccanici (Martindale) – UNI EN 388 m6.1
  • Resistenza all’abrasione – Parte 2: Metodo Martindale con piastra a sfere metalliche – UNI EN ISO 17076-2
  • Determinazione della resistenza all’abrasione – Parte 1: Metodo Taber – UNI EN ISO 17076-1
  • Prodotti vernicianti. Determinazione della resistenza all’abrasione con apparecchio “taber”. – UNI 10559 ASTM D 3884
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato – temperatura – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato – clima tropicale – UNI EN ISO 17228

PROVE CHIMICHE

  • Determinazione del pH – UNI EN ISO 4045 a
  • Ceneri solfatate totali e delle ceneri solfatate insolubili in acqua – UNI EN ISO 4047
  • Sostanze solubili in diclorometano e del contenuto di acidi grassi liberi – UNI EN ISO 4048
  • Sostanze solubili in acqua, delle sostanze inorganiche e organiche solubili in acqua – UNI EN ISO 4098
  • Determinazione delle sostanze volatili – UNI EN ISO 4684
  • Ceneri totali e delle ceneri insolubili in acqua previa solfatazione nel cuoio – UNI 10628
  • Metodo per la determinazione del contenuto di alcuni metalli – UNI 10887
  • Contenuto di alcuni metalli concianti su estratto acquoso – UNI 10888
  • Contenuto di metalli su estratto con soluzione di sudore artificiale – UNI 10889
  • Contenuto di metalli – P 1: Metalli estraibili – UNI EN ISO 17072-1
  • Contenuto di metalli – P 2: Contenuto totale di metallo – UNI EN ISO 17072-2
  • Formaldeide libera negli ausiliari chimici per il cuoio – UNI EN ISO 27587
  • Contenuto di formaldeide nel cuoio –  UNI EN ISO 17226-2
  • Contenuto di cromo VI – UNI EN ISO 17075 
  • Contenuto di cromo VI dopo invecchiamento – UNI EN ISO 17075
  • Determinazione del pentaclorofenolo – UNI EN ISO 17070
  • Calzature – Determinazione di ftalati nei materiali per calzature – UNI CEN ISO/TS 16181
  • Determinazione di nonilfenoli (NP) e nonilfenolo-mono- e dietossilato mediante gascromatografia con rivelatore di massa selettivo (GC-MS) – UNI CEN/TS 16182
  • Determinazione quantitativa del contenuto di dimetilfumarato (DMFU) nei materiali per calzature – UNI CEN ISO/TS 16186
  • Determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da coloranti azoici – UNI EN ISO 17234-1
  • Determinazione di 4-amminoazobenzene – UNI EN ISO 17234-2

DIFETTOSITÀ

Consulenza tecnico-normativa per:

  • Individuazione della natura di macchie e aloni (ammorbidenti, siliconi, coloranti, olii…)
  • Problematiche tintoriali, assorbimenti colore, solidità delle tinte
  • Problematiche di ingiallimento dei capi durante il trasporto e immagazzinamento
  • Trattamenti chimici e meccanici su denim e degradazione dell’indaco
  • Resistenze dei capi in corrispondenza dei punti critici (travette, ribattiture,…)
  • Difettosità legate a componenti minori (lustrini, paillettes, bottoni, nastri,…)
  • Valutazione di indicazioni di manutenzioni errate
  • Correttezza delle informazioni in etichetta di composizione – manutenzione
  • Sicurezza meccanica dell’abbigliamento per bambini
  • Risoluzione di problemi tecnico – produttivi e di difettosità complesse

PULITINTOLAVANDERIE

SERVIZI DI CONSULENZA TECNICO-NORMATIVA:

  • Lavaggio in acqua – UNI EN ISO 105 C06
  • Acqua – UNI EN ISO 105 E01
  • Sfregamento – UNI EN ISO 105 X12
  • Lavaggio a secco – UNI EN ISO 105 D01
  • Stiratura a caldo – UNI EN ISO 105 X11
  • Smacchiatura localizzata

VERIFICA DEL DEGRADO E DELLA STABILITA’ DIMENSIONALE DOPO MANUTENZIONE:

  • Variazioni dimensionali nel lavaggio in acqua e asciugamento – UNI EN ISO 5077, UNI EN ISO 6330, UNI EN ISO 3759
  • Variazioni dimensionali al lavaggio a secco commerciale
  • Valutazione del cambio d’aspetto del capo a seguito della stiratura o asciugatura in tumbler

RELAZIONE TECNICA

  • comprensiva di pareri e commenti a completamento delle determinazioni analitiche effettuate

CHIEDI LA PROVA DI CUI HAI BISOGNO





Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa sulla privacy.
Acconsento